Visitare la Corsica in autunno

State pensando ad una pausa dal lavoro? Ecco alcuni consigli per organizzare la vostra vacanza autunnale in Corsica.

Molte persone preferiscono posticipare le loro vacanze in autunno, si voglia per il clima o per il fatto di non ritrovarsi in mezzo ad una molteplicità di persone.. ecco perché la Corsica è uno di quei luoghi visitabili in questo periodo e nel quale poter trovare appagamento, relax e bellezza.

Perché la Corsica merita di essere visitata anche in autunno?

La prima cosa da segnalare sono le temperature, che oscillano intorno ai 10°C circa. C’è altro da dire al riguardo? Ci sembrano temperature autunnali che tanto sono gradite da molte e molti.

Questo tra l’altro è il clima ideale per fare delle passeggiate e delle escursioni, quindi chi ama il trekking e la natura può cogliere questi ultimi sprazzi di ottime temperature e di un clima in generale clemente per godersi spazi verdi o magari, perché no, per vedere anche il mare e rilassarsi in spiaggia.

Un’altra cosa da segnalare è il fatto che essendo terminata la stagione estiva ovviamente non ci sarà la ressa di turisti e i costi per la vacanza più bassi e quindi più accessibili ad un maggior numero di persone.

C’è anche la Gastronomia

Il primo prodotto che ci viene in mente se pensiamo alla gastronomia e ai prodotti della Corsica, sono le castagne, queste però non sono associabili esclusivamente alla Corsica quanto più ad un periodo di tempo che è quello autunnale.

Ma anche la Corsica ci mette del suo comunque rispetto a questa prelibatezza, ad esempio Castagniccia è una regione della Corsica che estrapola il suo nome proprio dal fatto che nella località specifica vi sono moltissime piante di castagno. Di conseguenza se amate le castagne, una vacanza può prevedere anche degli assaggi e delle permanenze in luoghi dove questo prodotto è tipico.

Castagniccia però non è l’unico paese dove questa bontà della natura è presente e riconosciuta come un prodotto tipico locale, vi è anche Niolu, che si trova nella regione di Evisa e nella foresta di Aitone.

Riepilogando quindi:

1) Trekking

2) Escursioni

3) Castagne

Secondo quest’ordine preciso godrete della natura, dell’aria aperta e di un cibo genuino e buonissimo che potrete, volendo, anche raccogliere con le vostre mani.

Questo tipo di vacanza può essere sia per single, sia da dedicare alla famiglia e magari anche avventurosa, sotto stretta osservazione dei genitori ovviamente, per i più piccoli che potranno scoprire il contatto con la natura e una terra stupenda.

Gusto e tradizioni

Abbiamo parlato solo di castagne, ma la cultura gastronomica della Corsica non si ferma a questo prodotto, e soprattutto molti prodotti e piatti tipici sono antichi e per questo riscoprirne i sapori nel presente è come percorrere un viaggio che ha accompagnato una fetta di storia di quest’isola.

Non vi resta che prenotare un traghetto e scoprirla!

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *